giovedì 23 febbraio 2006

Solo in questa città...


Pochi istanti fa ero davanti allo specchio. E' un periodo che, come sempre, senza un motivo particolare, mi sto facendo crescere una barba degna di Saddam (mi sa che a breve una foto vi toccherà :-P ).

Mi sono guardato un attimo e ho sorriso pensando all'unico luogo comune di Napoli che ritengo vero e apprezzabile: la creatività. A tutti i livelli. Dalla guida al parcheggio, alle code, ai venditori ambulanti, agli imbroglioni, ai modi di dire, ecc.

In particolare, mi è venuto in mente un pomeriggio di qualche tempo fa. Avevo la stessa barba di oggi. Ero in via Mezzocannone - zona universitaria - e mi passa vicino un gruppetto di due o tre ragazzini. Non avranno più di dieci anni. Uno mi guarda e fa: "Uà, Gesù Cristo coi capelli corti!". Non sfotte... fa sul serio! Dei suoi amici nessuno ride, semplicemente... mi osservano. Io rido. Me ne hanno dette tante, ma questa le supera quasi tutte.

Ho detto quasi, perchè il primato appartiene ancora ad un tossicodipentente in condizioni allucinanti che a due passi dal porto - piazza Municipio - chiede a tutti delle sigarette.
"Fratemo!" chiama i passanti.
Gli cammino davanti e lui, che mi vede con gli occhiali, mi elegge: "Fratemo intellettuale, 'a tieni 'na sigaretta?".

Avrei mai potuto non dargliela?

6 commenti:

Gennaro Costanzo ha detto...

Un anno fa andavo a prendere mia sorella alla scuola elementare. All'uscita due ragazzini di 8-9 anni videro un Mussulmano con una lunga barba. Uno di loro grida con forte accento napoletano: "Uà uaglù, Bin Laden!"

Battuta stupida e quello che volete ma scoppiai immediatamente a ridere.

Riguardo ai mendicanti posso dirne una alquanto particolare che mi è capitata un paio di volte ma con persone diverse.

Mentre camminavo con il mio ormai insostituibile lettore portatile, mi viene chiesta la carità. Uno dei due me lo ricordo particolarmente bene e si capiva benissimo a cosa gli sarebbero serviti quei soldi.
Comunque la cosa che mi ha colpito è che entrambi dissero più o meno queste parole: "Io potrei prendere tutto quello che hai invece ti sto chiedendo solo qualche centesimo".

Entrambe le volte sono rimasto senza parole, cioè non solo dovevo fargli la carità ma avrei anche dovuto ringraziarli per non avermi derubato. Mah.

Sir K ha detto...

Il discorso è un pò OT, mister Costanzo! :-P

In ogni caso, "Guardate come sono bravo: invece di andare a rubare, chiedo la carità/vendo fazzoletti/ecc." è purtroppo un vero tormentone...

Gennaro Costanzo ha detto...

Scusa è vero, mi sono fatto trascinare dai ricordi sulle frasi dette in strada :P

Sir K ha detto...

Si scherza, Gennà! :-)

Posta quello che ti pare! :-D

Sir K ha detto...

Per la cronaca... ieri è successo di nuovo. Entro all'università e un custode fa all'altro: "Hai visto Viciè? Tenimm' pure a Gesù Cristo!"...

Ale§§andra ha detto...

Gesu' Cristo aveva i capelli lunghiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!

:-P