giovedì 22 giugno 2006

"I Mondiali come non li avete MAI visti"

L'Italia accede agli ottavi. A breve sapremo chi troveremo ad attenderci al varco, ma per ora va bene così. Atteggiamento decisamente discutibile, ma, è noto, è il risultato che conta e abbiamo concluso con 2 gol sopra gli avversari.
"Lippi was right", direbbe qualcuno.
Sono appena di ritorno dall'università, mia seconda casa da alcuni mesi a questa parte. L'università con la sua biblioteca, le sue infinite ragazze (tutte belle? No, ma quasi! :-p), gli amici, il tempo perso, quello ben impiegato (sotto esame) e... il bar!
Croce e delizia di ogni studente, da quando è stato aperto, il bar del Suor Orsola, collocato in un giardinetto attrezzato con un gazebo, tavolini e quant'altro, è diventato per forza di cose un luogo di aggregazione. I baristi sono simpatici, ormai ci conosciamo tutti - se non di persona, almeno di vista - e l'atmosfera è quella del bar sotto casa, quello dove (in teoria, perchè io non ho mai frequentato il "bar sotto casa") il barista sa cosa vuoi, come lo vuoi, scherza, chiacchiera, sfotte e ti fa sentire a tuo agio.

Da qualche tempo si stava tentando di ottenere il permesso per vedere la partita Repubblica Ceca-Italia su un televisore solitamente abbandonato in un cesso (è la verità :-p). Arrivato l'agognato ok, si è passati all'organizzazione.

Birre (che al bar non puoi mai trovare, causa divieto di vendita di alcolici), taralli di Leopoldo (e chi li ha provati sa a cosa mi riferisco) e un'atmosfera da stadio. Naturalmente (ma manco tanto), ogni cosa è stata offerta dal grande Salvatore, gestore del punto di ristoro.
C'era tutto oggi pomeriggio. C'è stata anche la vittoria, festeggiata coi soliti gavettoni (di questi giorni tornare a casa asciutti è un'utopia).

Non è stata una bella partita, ma abbiamo vinto. E se anche non si fosse portato a casa il risultato, probabilmente sarebbe stato bello lo stesso. C'era un'aria piacevole, corale. Un'aria di casa.

Grazie, guagliù! :-)

3 commenti:

Andrea ha detto...

I taralli di Leopoldooooooooooooo!
Mi hai trafitto con una coltellata!
Che buoni che sono!
Un saluto cugì, giusto prima del ritorno.
a.

Sir K ha detto...

Un applauso per il mio cuginetto made in USA e per il suo amore per Leopoldo! :-D

PS: quando è che torni?

Antonio ha detto...

Gooooooooool!